Io e Giulia

Puglia

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La Puglia è un posto meraviglioso (soprattutto per Giulia che va pazza per il sole, il mare, le casette bianche e i panzerotti). La Puglia è uno di quei luoghi in cui ci sentiamo a casa, rilassati.

Una vera e propria scoperta è stata la cittadina di Monopoli, un fantastico borgo di pescatori, in cui passeggiando tra le vie del porto si respira ancora un’aria autentica e familiare.

La favolosa proprietaria del B&B dove dormivamo ci ha preparato una colazione a base di dolci locali fatti in casa da sua madre, accompagnati da un mega cappuccino fatto da lei, che è stato rinominato dai suoi clienti “patrimonio dell’UNESCO”.

A Polignano a Mare per noi c’è stato il primo bagno della stagione. Non c’è immagine che possa descrive meglio di così la sensazione che si prova visitando Polignano.

La visita di questo borgo bianco è rigenerante e appagante. Passeggiando tra le sue vie con un gelato in mano ti senti felice come quando finalmente riesci a fare qualcosa per cui hai aspettato tanto, magari il primo bagno della stagione, magari magari chissà…

Il giorno di Pasqua l’abbiamo passato ad Ostuni.

Nel nostro pranzo non ci sono state né colombe né uova di pasqua, ma olive mozzarelle e pomodori locali, e dobbiamo dire che non è stato affatto male, anzi! Vie strette e bianche, ravvivate da tavolini, sedie e fiori colorati, che rendono ogni angolo diverso.

Se dovessimo descriverla con un solo aggettivo, Ostuni, pur nella sua quiete, è maestosa. È con questo atteggiamento infatti che dall’alto si affaccia sul mare, offrendo un panorama mozzafiato.

A causa della pioggia ci siamo goduti un po’ meno le nostre due ultime tappe pugliesi. Nonostante ciò, girovagare sotto l’ombrello tra le vie di Locorotondo, seguendo le scie dei profumi che uscivano dalle cucine di case e ristoranti, e ripararsi dal temporale sotto i trulli di Albero Bello, sono state esperienze divertenti.

In soli tre giorni in Puglia abbiamo rigenerato la mente, il corpo e soprattutto lo stomaco.

Condividilo con…

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email