Io e Giulia

Costiera Amalfitana

Data la nostra passione per scoprire posti nuovi evitando l’alta stagione, fine maggio ci è sembrato il periodo perfetto per trascorrere un weekend esplorando la Costiera Amalfitana!

Per farlo ci siamo affidati alle fantastiche attività proposte da musement.

 Il nostro tour è iniziato a Sorrento.

Ancora prima di raggiungere il centro – neanche a farlo apposta – abbiamo scoperto un immenso giardino di limoni, i Giardini di Cataldo.

Giulia, che “casualmente” indossava una gonna super in tema, ha iniziato subito ad esplorare il giardino, mentre Marco ha iniziato assaggiando il limoncello e le sue innumerevoli varianti (dal finocchietto alla liquirizia), facendo amicizia con una signora del posto che continuava a riempirgli il bicchiere.

 

 

Dal centro di Sorrento abbiamo adorato il susseguirsi di botteghe e vetrine colorate (immancabilmente di giallo), tra le quali abbiamo passeggiato trastullati dal profumo invitante di cibo e dalle canzoni napoletane del dopoguerra che si diffondevano dalle trattorie.

 

In questa atmosfera da bella vita di riviera, resa un po’ meno romantica dai nostri volti accaldati e dalle magliette (di entrambi!) impiastricciate dal gelato, ci siamo diretti verso il belvedere, imbattendoci in un originalissimo murales per poi fare tappa nel fresco loggiato del Chiostro di San Francesco.

 

A quel punto un bagno al mare era doveroso, in realtà solo per Giulia che ha affrontato impavida l’acqua fresca di maggio, mentre Marco ha optato per un pisolino all’ombra!

Il secondo giorno abbiamo scelto una tra le tantissime attività proposte da Musement: il tour in barca a Capri e sulla costa di Sorrento!

Prima tappa del tour: una lunga sosta sull’isola di Capri!

Appena scesi la nostra idea era quella di cimentarci in una bella passeggiata tonificante sulla ripida salita che porta fino a piazza Umberto I, convinti che la vista dall’alto avrebbe ampiamente ripagato la fatica della salita! Ma poi, magicamente, abbiamo visto la funicolare…

Ammirare il paesaggio mozzafiato, incantarsi davanti le vetrine delle boutique di lusso (e magari intrufolarsi in una per scattare una foto), guardare con invidia tutti i fiori di bouganville nei giardini delle case e pensare che quando avremo un giardino tutto per noi, quello sarà il primo fiore che pianteremo (anche se Marco ha dichiarato che lo taglierà nel caso attirasse troppi insetti!).

Facendo questo e altro, siamo giunti in uno dei punti che ci è piaciuto di più dell’isola: i Giardini di Augusto, vedere per credere!

 

Il tour è poi proseguito con un piacevole viaggio in barca alla scoperta delle grotte marine attorno all’isola: la Grotta Azzurra, la Grotta del cuore, la Grotta Verde, il faro di Punta Carena e i Faraglioni con l’Arco dell’Amore, il tutto degustando limoncello tra un tuffo e l’altro!

L’ultimo giorno lo abbiamo dedicato a scoprire la costiera amalfitana “on the road”. Partendo da Sorrento arrivando fino a Salerno, le possibili tappe alla scoperta di paesi e spiagge lungo la costa sono davvero infinite!

Noi abbiamo optato per una prima sosta a Positano, dove siamo arrivati la mattina prestissimo riuscendo ad immortalare la spiaggia praticamente vuota che però, dopo pochi minuti, si è affollata parecchio, spingendoci così verso altri lidi, in particolare verso il Fiordo di Furore, poco distante da lì.

Proseguendo poi in direzione Amalfi, abbiamo fatto una sosta culinaria e ci siamo sbizzarriti ad assaggiare le specialità locali, primo fra tutti il “cuoppo”, ovvero una sorta di cartoccio servito con ogni tipo di fritto, il re dello street food napoletano!

Per concludere in bellezza il nostro tour sulla costiera amalfitana con musement abbiamo bighellonato un po’ scovando una piccola caletta appena prima di arrivare a Vietri sul Mare!

Giulia – come sempre – si è tuffata in acqua senza pensarci due volte, mentre Marco – come sempre e senza pensarci nemmeno una volta – si è insediato in un chioschetto in compagnia di un gelato fresco!

Condividilo con…